Coronavirus, a Milano in tanti sfidano il divieto di jogging: "folla" ai Navigli

Mercoledì 18 Marzo 2020 di Ernesto De Franceschi
Coronavirus, a Milano in tanti sfidano il divieto di jogging:

Coronavirus, mentre si va verso il divieto di jogging a Milano ancora in tantissimi affollano i navigli per andare a correre oppure semplicemente a camminare dribblando il decreto che impone di stare a casa. Nelle foto Ansa scattate ieri pomeriggio, si notano tantissimi runner e cittadini che corrono o paseggiano lungo la Martesana come nulla fosse e non rispettando le regole sulla distanza minima. Molti anche senza mascherina alla bocca. «Credo che nelle prossime ore bisognerà prendere in considerazione la possibilità di porre il divieto completo di attività all'aperto». Lo ha detto il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, intervistato dal Tg1 sulle misure anti Coronavirus. «Abbiamo lasciato questa opportunità perché ce lo consigliava anche la comunità scientifica. Ma se l'appello di restare a casa non sarà ascoltato saremo costretti anche a porre un divieto assoluto», ha spiegato.

Coronavirus, primo morto a Cuba: è un turista italiano di 61 anni
 

Coronavirus, la Spagna chiude gli hotel: «Turisti, tornate a casa»

Ancora Spadafora ai microfoni del TG1 ha spiegato: «Ritengo che la serie A possa riprendere a giocare il 3 maggio, almeno questo è quello che speriamo. Valuteramo poi se a porte aperte o porte chiuse, dipenderà dalla situazione». «Poi ci saranno le competizioni europee - ha aggiunto - che si incroceranno col calendario».

 

Ultimo aggiornamento: 17:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA