Coronavirus, Lufthansa e Ryanair tagliano i voli per il Nord Italia. Iata: «Crollo prenotazioni»

Lunedì 2 Marzo 2020
Coronavirus, Lufthansa e Ryanair tagliano i voli per il Nord Italia. Iata: «Crollo prenotazioni»

Se la crisi da coronavirus colpisce il turismo, di conseguenza colpisce anche le compagnie aree. Infatti, «la crisi Covid-19 ha avuto un grave impatto sul traffico aereo. Le compagnie aeree stanno registrando un forte calo della domanda». Lo afferma l'International Air Transport Association (Iata) chiedendo di sospendere la normativa che regola la gestione degli slot. «La Iata - si legge nel report - sta contattando i regolatori del trasporto aereo in tutto il mondo per richiedere che le regole sull'utilizzo degli slot siano immediatamente sospese e per la stagione 2020».
La Iata spiega che «circa il 43% di tutti i passeggeri parte da oltre 200 aeroporti coordinati con slot di tutto il mondo. Allo stato attuale, le regole per l'assegnazione delle bande orarie indicano che le compagnie aeree devono operare almeno l'80% delle loro bande orarie assegnate in circostanze normali. Il mancato rispetto di questo significa che la compagnia aerea perde il diritto allo slot la prossima stagione equivalente. In circostanze eccezionali, i regolatori possono attenuare questa normativa». Sono diverse le compagnie aree che hanno razionalizzato i voli in questo periodo: è infatti notizia di oggi che Lufthansa «ridurrà la capacità dei voli verso l'Italia».

Coronavirus, mariti, mogli e e figli sparsi per l'Europa: così il morbo divide anche le famiglie

Coronavirus, anche Delta sospende i voli per Milano: stop fino al primo maggio

A fronte di queste circostanze straordinarie, «l'opinione generale del settore aereo è che l'applicazione della regola dell'80% durante la prossima stagione sia inappropriata. La flessibilità è necessaria affinché le compagnie aeree adeguino i loro orari in base a sviluppi di domanda straordinari», viene precisato, e «sospendere la normativa per l'intera stagione (fino a ottobre 2020) consentirebbe alle compagnie aeree di rispondere alle mutate condizioni di mercato con livelli di capacità adeguati, evitando loro di operare voli vuoti al solo fine di mantenere i diritti sugli slot». «Chiediamo ai regolatori di tutto il mondo di aiutare il settore a pianificare l'emergenza odierna e il futuro recupero della rete, sospendendo temporaneamente le regole di utilizzo degli slot», ha dichiarato Alexandre de Juniac, direttore generale e Ceo della IATA.
 

 

Ryanair taglia le rotte. Ryanair cancella fino al 25% dei voli italiani a breve raggio dal 17 marzo all'8 aprile. La decisione è stata notificata ai passeggeri. La scorsa settimana, Ryanair ha registrato un calo significativo delle prenotazioni per il periodo compreso tra fine marzo ed inizio aprile, quale conseguenza del Covid-19. Vi è stato anche un significativo aumento dei no-show da parte dei passeggeri, in particolare in partenza dall'Italia e su voli nazionali.

Coronavirus, positiva al test una donna a Formia. Aveva ricevuto un'amica di Cremona

Lufthansa taglia i voli. A causa dell'emergenza Coronavirus Lufthansa «ridurrà la capacità dei voli verso l'Italia». Lo scrive Bloomberg spiegando che la decisione coinvolge i voli verso Milano, Venezia, Roma, Torino, Verona, Bologna, Ancona e Pisa. Lufthansa estende la sospensione dei voli verso la Cina continentale fino al 24 aprile e verso Teheran fino al 30 aprile. « Lufthansa sta rimodulando il proprio servizio verso il Nord Italia per far fronte ai cambiamenti della domanda. Nel mese di marzo saranno quindi ridotte le frequenze per Milano, Venezia, Roma, Torino, Verona, Bologna, Ancona e Pisa», si legge in una nota della compagnia che ha annunciato una riduzione anche su alcune tratte interne: da Francoforte a Berlino, Monaco, Amburgo e Paderborn e da Monaco a Berlino, Amburgo, Dusseldorf, Colonia, Brema e Hannover. Nel dettaglio., Swiss, precisa ancora la nota, «ridurrà probabilmente la frequenza dei voli da e per Firenze, Milano, Roma e Venezia fino alla fine di aprile. Austrian Airlines »sta riducendo il suo programma di volo a marzo e aprile del 40%. Questo - viene specificato - include il taglio delle frequenze sulle rotte da Vienna a Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma e Napoli«. Eurowings ridurrà i voli per e da Venezia, Bologna e Milano fino all'8 marzo. Brussels Airlines per Roma, Milano, Venezia e Bologna del 30% fino al 14 marzo. Lufthansa ricorda di aver annunciato una riduzione della capacità di volo lo scorso 28 febbraio, come conseguenza dell'impatto del coronavirus, aggiungendo che nelle prossime settimane potrebbero essere tagliati del 25% i voli a medio raggio. Le compagnie del gruppo, si legge nel comunicato, »stanno continuando a ridurre i loro programmi a lungo raggio. Il numero degli aeromobili a lungo raggio di tutto il gruppo non attivi salirà da 13 a 23«. I risultati annuali della compagnia saranno resi noti il 19 marzo.

Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 01:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento