Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Repubblica Ceca-Portogallo, quarti al via
Ronaldo a caccia del Pallone d'oro

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Giugno 2012, 16:45 - Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 12:03
VARSAVIA - Michal Bilek incrocer ancora il Portogallo. Questa sera, la Repubblica Ceca affronter la nazionale lusitana a Varsavia nella prima partita dei quarti di finale degli Europei. Una sfida che evocherà tanti ricordi nel ct dei cechi. Il 6 ottobre del 1989, Bilek segnò infatti una doppietta nella gara tra la Cecoslovacchia e i portoghesi, valida per le qualificazioni ai Mondiali italiani del 1990. Michal era un centrocampista cecoslovacco di 24 anni: la selezione guidata da Jozef Venglos vinse per 2-1 a Praga, e raggiunse la promozione un mese più tardi.



I cechi e i lusitani si sono confrontati anche nella storia degli Europei. L’attualità ricalca la circostanza del 1996, considerando che allora le due nazionali si fronteggiarono proprio nei quarti di finale del torneo continentale. Un gol dell’ex laziale Poborsky regalò il passaggio del turno ai cechi. I lusitani si sono vendicati nell’edizione del 2008, però, piegando gli avversari durante la prima fase grazie alle reti di Deco, di Cristiano Ronaldo e di Quaresma.



Oggi, il fuoriclasse del Real Madrid capitanerà la formazione di Bento e ne sosterrà il peso in campo. Un merito, ma anche una responsabilità. L’asso del Madrid aveva inizialmente deluso, ma ha saputo rigenerarsi, e ha quindi accompagnato il Portogallo ai quarti, firmando due reti nell’ultima gara. Cristiano ha realizzato 68 gol in 67 partite stagionali e ha l’ossessione di eguagliare Messi, capace di tagliare il traguardo degli 82 sigilli. L’obiettivo appare distante, però.



La Repubblica Ceca e il Portogallo sono approdati alle semifinali pure nel 2004: il confronto di stasera spezzerà tuttavia il sogno di una delle due nazionali. E la selezione vincitrice sarà opposta alla Francia o alla Spagna, mercoledì prossimo. «Il Portogallo è favorito. Sappiamo che i portoghesi sono molto compatti ed equilibrati. Ronaldo è pericoloso, ma non è l’unico. Non ci stiamo preparando per fermare lui, ma tutta la squadra. Vogliamo solo vincere e passare il turno», ha proclamato Bilek.



Rosicky ha avuto un problema al tendine d’Achille nei giorni scorsi e ha perfino svolto un controllo a Praga, martedì. Il centrocampista è in dubbio. «Le probabilità di giocare sono comunque in aumento», ha garantito. Bento dovrebbe optare per la formazione schierata nelle ultime sei gare. «Siamo ben preparati, e abbiamo grande fiducia. Siamo arrivati fino a qui con una grande umiltà, e adesso abbiamo una grande occasione», le parole del ct portoghese. Da oggi, nessuno potrà più concedersi il lusso di sbagliare.