De Girolamo, Scelta Civica: «Il ministro valuti le dimissioni». Rughetti: «Deciderà il gruppo»

Giovedì 16 Gennaio 2014 di Carlo Fusi
Io sono dell'avviso che quando un ministro crea imbarazzo al governo di cui fa parte dovrebbe valutare l'opportunit di dimettersi.

Lo ha detto Stefania Giannini, segretario di Scelta Civica nel corso di 'Coffee Break' su La 7, commentando il caso De Girolamo.

«La diffusione di intercettazioni è un atto ignobile e sicuramente deriva da un rapporto distorto fra giustizia e informazione - ha aggiunto - ma credo anche che quando il comportamento di un membro del governo si rivela politicamente inopportuno, come sembra essere nel caso De Girolamo, le dimissioni diventano opportune».



Angelo Rughetti, aprlamentare renziano. «Non è normale che si convochi nella propria abitazione gli amministratori pubblici. Penso che possiamo salvare la donna politica che è Nunzia De Girolamo ma non il ministro». Lo ha detto all'Aria che Tira (La7) Angelo Rughetti, parlamentare renziano. Riferendosi alle risposte che darà domani il ministro dell'Agricoltura alla Camera, Rughetti ha aggiunto: «Non siamo un tribunale ma un organismo politico. Se il ministro non sarà convincente deciderà il gruppo».



Il leader della Cgil Angela Camusso. «Da troppo tempo, in un mondo come quello della sanità, come in tanta parte del mondo pubblico, c'è una ingerenza della politica nella gestione che non è corretta. Bisogna tornare a criteri di trasparenza delle nomine, che non possono essere politiche, ma devono essere fatte per concorso, per titoli. Questo riguarda Benevento, ma anche tanta parte d'Italia». Lo ha detto la leader della Cgil Susanna Camusso, rispondendo alle domande dei cronisti sulla vicenda De Girolamo, a margine di un incontro a Benevento.

La Camusso, a margine di un incontro gli studenti liceali ed universitari di Benevento, ha aggiunto: «Credo che una direzione politica, un ruolo di governo - ha concluso la Camusso - dovrebbero essere all'insegna dell'assoluta trasparenza, della legittimità dei comportamenti misurabile da tutti i cittadini. Se ci sono ombre, è meglio far un passo indietro».



Gli incontri. «Conosco Umberto Del Basso De Caro da anni, Roberto Prozzo è il legale dell'Azienda sanitaria locale ma noi tre insieme non ci siamo mai incontrati». Lo ha detto il direttore generale dell'Asl di Benevento, Michele Rossi, prima di partecipare ad un incontro interistituzionale in Prefettura sulla sicurezza stradale.

«Siamo al delirio di qualcuno che gode dell'ebbrezza di andare sulla stampa nazionale. Non ho mai partecipato ad un incontro a tre e soprattutto di natura politica con il direttore generale dell'Asl di Benevento, Michele Rossi, e con il deputato Pd, Umberto Del Basso De Caro con il quale mi vedo nelle aule di Tribunale essendo un collega». Così invece l'avvocato della Asl di Benevento, Michele Prozzo.
Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 08:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA