Trump via anche da "Mamma ho riperso l'aereo": Macaulay Culkin sottoscrive la petizione social per cancellare la scena

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Stefania Cigarini
Via Trump anche da "Mamma ho riperso l'aereo": Macaulay Culkin sottoscrive la petizione social per cancellare la scena

Terzo impeachment per Donald Trump: il presidente uscente degli Stati Uniti d'America ha ricevuto "il due di picche" anche dal mondo cinematografico. E non da un personaggio qualsiasi, ma da Macaulay Culkin, l'adorabile ragazzino protagonista del film-cult "Mamma ho perso l'aereo" (1990).

L'attore dal passato complicato (come molte baby star),  oggi 40enne, ha sottoscritto la petizione social per cancellare la scena del sequel - "Mamma ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York" (1992) - dove appare Donald Trump, allora "semplice" magnate multimilionario. 

«Petizione - si legge in un tweet - per sostituire Trump in "Home Alone 2" con il 40enne Macaulay Culkin»; «Affare fatto», ha risposto l'attore che in quelle pellicole di successo mondiale ricopriva il ruolo di Kevin McCallister.

Il presidente uscente Trump appare nella scena "incriminata" all'interno del Plaza Hotel, di cui all'epoca era proprietario, ed indica a Kevin come raggiungere la reception. In un'intervista lo scorso dicembre il regista Chris Columbus dichiarò che Trump aveva insistito per avere la parte in cambio dell'autorizzazione a filmare nel suo hotel.

Donald Trump ha sempre amato le "comparsate" sui set e, nel corso degli anni è stato protagonista di diversi cameo in molte serie televisive. In Italia, le più conosciute sono quelle di "Willy, il principe di Bel-Air", "La Tata" e "Sex and the City" per le quali però i social non hanno (ancora) chiesto una damnatio memoriae.

Trump, nelle vesti di 45° presidente Usa, ha anche il primato di un doppio impeachement: a una settimana esatta dalla fine del suo mandato alla Casa Bianca, la Camera ha approvato (in un solo giorno) la sua messa in stato di accusa per le violenze del 7 gennaio 2021 in Campidoglio. In precedenza la stessa procedura era stata avviata il  24 settembre 2019 per aver fatto pressioni su alcuni leader di nazioni straniere.

Ultimo aggiornamento: 20:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA