Machine Gun Kelly, quando si puntò il fucile in bocca e tentò il suicidio: «Megan mi salvò»

Il rapper: «In quel momento capii che dovevo abbandonare le droghe»

Machine Gun Kelly suicidio
Machine Gun Kelly suicidio
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 21:16 - Ultimo aggiornamento: 22:27

Ci sono stati momenti bui nella vita di Machine Gun Kelly, in cui il rapper ha pensato persino di togliersi la vita. A rivelare il tentato suicidio è lo stesso artista, che nel documentario «Life in Pink», su Disney+ dal 27 giugno, si sofferma a raccontare il suo stato d'animo all'indomani della morte del padre.

Leggi anche > Meghan Fox e Machine Gun Kelly, come i vampiri. La confessione: «Beviamo l'uno il sangue dell'altro»

Machine Gun Kelly, quando si puntò il fucile in bocca e tentò il suicidio

Il cantante, legato sentimentalmente a Megan Fox dal 2019 e pronto a convolare a nozze il prossimo novembre, nel 2020 cadde «nell'oscurità». «Andai a casa di mio padre per ripulirla dalle cose – spiega Machine Gun Kelly, come riportato da People –. Ebbi una strana interazione con un vicino, mi disse cose che non avrei voluto sentire. Questo mi fece arrabbiare ancora di più, non riuscivo a chiudere la questione. Non uscivo dalla stanza e iniziai a diventare molto cupo».

In quel momento Megan Fox si trovava in Bulgaria per le riprese di un film quando improvvisamente il fidanzato la chiamò sconvolto, minacciando di suicidarsi. «Chiamai Megan e le dissi: “Non sei qui per me”. Mi misi la canna del fucile in bocca e urlavo al telefono con la canna in bocca – prosegue –. Mentre lo caricavo, il fucile si inceppò. Dall’altra parte del telefono c’era un silenzio di tomba ed è stato in quel momento che iniziai a capire che qualcosa non andava».

Ad intervenire e far cambiare idea al cantante furono la sua fidanzata Megan Fox e la figlia Casie Baker. «Mi dissero contemporaneamente: “Voglio poterti vedere negli occhi”. Non voglio parlare con te attraverso un velo. Voglio vederti come mio padre e voglio vederti come mio futuro marito. Pensai: “Devo abbandonare le droghe, per davvero questa volta”».

Fu così che iniziò a intraprendere un percorso di disintossicazione da eroina, a causa della quella nel 2010 aveva attraversato un periodo da senza tetto, finendo più volte in overdose. Se oggi quegli anni sembrano così lontani è anche grazie a Megan Fox, che da quando è arrivata gli ha cambiato totalmente la vita. «È come il sole per me, come quello su cui giro e mi dà vita e mi aiuta a crescere». Insieme alla sua musica, Megan è stata e continua a essere la sua ancora di salvezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA