La neomamma Katy Perry ottiene la protezione della polizia dopo le minacce di uno stalker

Mercoledì 16 Settembre 2020 di Nico Riva

Katy Perry non vuole correre alcun rischio, ora che è diventata mamma della piccola Daisy Dove Bloom. Così, dopo mesi di minacce e messaggi preoccupanti da parte di uno stalker, è riuscita ad ottenere la protezione legale contro di lui. 

Leggi anche > Orlando Bloom e Katy Perry sono diventati genitori: è nata Daisy Dove

Come riporta il quotidiano americano TMZ, un trentottenne di nome William Terry per mesi avrebbe commentato ossessivamente i post sui social network della cantante Katy Perry. Terry avrebbe inoltre minacciato il compagno della star, Orlando Bloom. Il suo comportamento preoccupante ha poi toccato l'apice quando la scorsa settimana ha tentato di entrare nella casa della coppia di neogenitori. 

Dopo aver scavalcato la recinzione della dimora Bloom-Perry a Beverly Hills, lo stalker è stato fermato dalla sicurezza e successivamente arrestato dalla polizia. William Terry, tuttavia, è già stato rilasciato e la cantante ha confessato di temere il suo ritorno. Ma per evitare che ciò accada, ha preso delle precauzioni. Così, Katy Perry ha presentato in tribunale tutti i messaggi, i commenti e i tweet di William Terry dal dicembre 2019 ad oggi, alcuni con preoccupanti minacce di morte al suo compagno Orlando Bloom e alla sua famiglia, altri con commenti sessualmente espliciti e offensivi su Katy Perry. 

La corte, dopo aver visionato i documenti, ha emesso un ordine restrittivo nei confronti dello stalker Terry della durata di un mese. Alla scadenza, è prevista una nuova udienza in tribunale. Intanto, Katy e Orlando potranno godersi con maggiore tranquillità la loro bambina appena arrivata. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA