Fabrizio Santamaria, denuncia e multa dopo la foto nudo davanti alla cattedrale di Noto: «Consacrato nel vero mondo del porno»

Mercoledì 25 Agosto 2021 di Danilo Barbagallo
Fabrizio Santamaria

Fabrizio Santamaria è l’attore hard di cui si è molto parlato ultimamente, dato che ha deciso di abbassare i suoi pantaloncini, mettersi a quattro zampe e fotografarsi con lato b in bella mostra davanti alla cattedrale di Noto. Fabrizio Santamaria è stato denunciato e multato, ma ora si vanta sui social: «Posso ritenermi consacrato nel vero mondo del porno».

 

 

 

 

 

 

Fabrizio Santamaria, foto nudo alla cattedrale di Noto: «Consacrato nel mondo del porno»

 

 

Fabrizio Santamaria, attore hard di 37 anni di Milano, lo scorso 17 agosto ha avuto l’idea di abbassarsi i pantaloncini e fotografare, mentre era accucciato a quattro zampe, il lato suo b proprio sulla scalinata della cattedrale di Noto, a Siracusa. Il gesto naturalmente ha fatto discutere e Fabrizio Santamaria, denunciato per “atteggiamenti offensivi del pudore e della decenza”, dovrà pagare un’ammenda pecuniaria di 10mila euro.

 

A commentare l’accaduto anche il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti: «Alla fine – ha spiegato - abbiamo deciso di tutelare la moralità e il buon nome della città dando mandato al nostro ufficio legale di agire nelle sedi opportune contro questo turista. Abbiamo preso questa decisione per scongiurare anche qualsiasi altro goliardico tentativo di imitazione, cosa per altro già vista sui social. La libertà di espressione è la base della nostra società democratica ma a tutto c’è un limite. Certi atteggiamenti sono intollerabili e non possono passare impuniti».

 

 

 

 

Polemiche, discussioni, denunce e multe però sembrano non importare troppo a Fabrizio Santamaria, dato che l’attore è tornato sui social per vantarsi dell’accaduto. Il gesto infatti lo avrebbe reso celebre nel mondo del porno: «Sono appena stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico – ha fatto sapere su Twitter -  Ora posso ritenermi consacrato nel vero mondo del porno”. E ai follower che chiedono come si sente dopo la denuncia risponde: «Ma sono capre qui che vuoi che capiscano. Sono paesi piccoli. Cultura, emancipazione zero».

© RIPRODUZIONE RISERVATA