Chris Noth, cresce la lista di donne che accusano l'attore di violenze sessuali

La cantante Lisa Gentile: «Ha minacciato di rovinare la mia carriera, se avessi parlato»

Chris Noth.
Chris Noth.
di Elena Fausta Gadeschi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Dicembre 2021, 14:37

Nuove accuse per Chris Noth. Cresce la lista di donne che chiedono giustizia contro l'attore di Sex and The City. Dopo l'accusa di violenze sessuali avanzata da Lily e Zoe, le prime due presunte vittime di Mr. Big, altre tre persone si sono fatte avanti per denunciare.

L'ultima in ordine di tempo a fare il nome di Chris Noth è la cantante di New York Lisa Gentile, che giovedì ha contestato all'attore una presunta violenza avvenuta nel 2002. Dopo una cena insieme al ristorante Da Marino di Midtown, dove i due si erano conosciuti quattro anni prima, Noth l'avrebbe accompagnata a casa in auto e le avrebbe chiesto di salire.

«Gli dissi che non avevo nulla da offrirgli da bere – ha raccontato la cantante – E lui mi rispose: 'Va bene'. Voleva solo vedere dove vivevo». Una volta saliti all'appartamento, Noth ha iniziato a baciarla nella sua cucina «quasi subito». «Poi si è appoggiato al piano di lavoro della cucina e mi ha tirato con la forza contro di lui. È diventato più aggressivo. Sbavava dappertutto su di me. Mi sono subito sentita a disagio», ha raccontato Lisa Gentile.

Nonostante le proteste della donna, l'attore ha cominicato a palpeggiarla nel tentativo di violentarla, finché lei non è riuscita a divincolarsi – «Alla fine sono riuscito a spingerlo via e ad uscire dalla sua presa. 'No, non voglio questo', ho gridato». A quel punto Chris Noth era «estremamente arrabbiato e ha iniziato a urlarmi e a chiamarmi 'cagna'» prima di uscire dall'appartamento.

Le minacce di Chris Noth a Lisa Gentile

Il giorno dopo l'attore l'ha contattata sul telefono del suo compagno di stanza e l'ha minacciata. «Mi ha avvertito che se avessi mai raccontato a un'anima quello che era successo la sera prima avrebbe rovinato la mia carriera... E che mi avrebbe inserito nella lista nera del business». «Poi mi ha riattaccato e io ho subito chiamato mia madre e mio padre piangendo. Avevo paura», ha concluso Lisa Gentile. Adesso la cantante chiede solo giustizia per sé e per le altre donne. «Sento che dovremmo avere il nostro giorno in tribunale perché il signor Noth sia ritenuto responsabile di ciò che ha fatto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA