Ballando con le stelle, Guillermo Mariotto e le polemiche: «Fila lunga un chilometro di quelli che vorrebbero essere al mio posto...»

Giovedì 26 Novembre 2020
Guillermo Mariotto (Instagram)

Guillermo Mariotto, giudice di “Ballando con le stelle” da quindici anni, risponde alle polemiche. Guillermo Mariotto dice la sua circa chi lo accusa di essere diventato troppo protagonista nel talent condotto da Milly Carlucci: “C’è una fila lunga un chilometro di quelli che vorrebbero essere al mio posto”.

 

Leggi anche > Detto Fatto sospeso, Bianca Guaccero si scusa su Instagram

 

Tra i detrattori di Guillermo Mariotto anche l’opinionista tv Giovanni Ciacci che aveva sottolineato di non apprezzare le performance del giudice di “Ballando con le stelle”: “Non ho mai considerato Ciacci – ha spiegato in un’intervista a “Nuovo” - ne ho prestato attenzione alle sue provocazioni: non mi interessano, perché lasciano il tempo che trovano. C’è una fila lunga un chilometro di quelli che vorrebbero essere al mio posto e lui non è certo il primo”.

 

D’altronde lui è nel talent dalla prima stagione e il suo “metodo” ha sempre funzionato: “Avevamo un solo microfono che io ci passavamo e io l’ultimo a esprime il giudizio. Il primo era l’insegnante di ballo Roberto Flemack, che era una sorta di Carolyn Smith della situazione. Poi c’era Heather Parisi, grande intenditrice di danza. E quindi c’ero io, che dovevo cercare di esprime qualcosa di diverso da quello che avevano detto gli altri prima di me. Loro cominciavano così: “Penso che…”, io invece dicevo: “Sento che…”. Da quel momento c’è stata una scissione tra il passato e il presente del programma. E tanti hanno cominciato a dire: “Anch’io sento quello che sente Mariotto”. E questo gioco, a distanza di anni, funziona ancora: perché a mio parere quel che sentiamo ha un valore molto più grande di quello che pensiamo”.

Ultimo aggiornamento: 16:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA