Facchinetti: «Conor McGregor mi ha preso a pugni senza motivo, l'ho denunciato»

Domenica 17 Ottobre 2021
Facchinetti, la moglie denuncia: «Conor McGregor ha preso a pugni Francesco, è pericoloso»

«All'improvviso ha tirato un pugno in faccia a Francesco»: così, in una storia su Instagram, la moglie di Francesco Facchinetti racconta che Conor McGregor ha picchiato il marito. «Poteva ucciderlo, si è spaccato labbra e naso - il racconto di Wilma Helena Faissol - Francesco è volato indietro, è caduto sul tavolo...e sto tremando come un vitello». La donna ha spiegato che erano a una festa in un hotel a Roma, dove la serata sembrava normale. Poi è degenerata e il motivo non è affatto chiaro.

«La prima cosa che ho pensato è uno scherzo, lo fanno apposta, è un mini-show - ha detto ancora Faissol - ma io sono rimasta paralizzata perché tutte le guardie del corpo di Conor lo tenevano contro il muro, lui voleva continuare a picchiare Francesco. C'era sangue, la guardia del corpo ci ha dato dei fazzoletti e ci ha cacciati via. Dall'hotel ci hanno fatti uscire dalla porta laterale, come se tutto andasse bene. Io piangevo, tremavo, abbiamo chiamato polizia e ambulanza. Abbiamo fatto la denuncia, è una persona instabile: è pericoloso», la conclusione.

McGregor a cena con Mourinho, in regalo la maglia numero 10 della Roma: «È una leggenda»

Conor McGregor sfila come un star in Centro: guardie del corpo e autografi

Facchinetti - Anche Francesco Facchinetti ha postato una storia su Instagram: «Il signor McGregor mi ha spaccato il labbro e il naso, mi ha aggredito senza motivo - spiega l'artista mostrando i segni della violenza - potevo stare zitto ma uno come lui che tira un pugno, pensate cosa poteva succedere. Mi è andata bene. Lui è una persona violenta e pericolosa. Ho deciso di denunciare Conor McGregor, state molto attenti».

«La cosa che mi rattrista di più - ha scritto poi - oltre al fatto di essere stato uno dei fan di Conor dalla prima ora, è che i veri fighters non si comportano così. Sanno di avere delle armi al posto delle mani e di certo non si mettono a prendere a pugni il primo a caso che si trovano davanti. Per fortuna, ci sono stati i suoi amici che lo hanno fermato perché lui sarebbe andato avanti a picchiarmi senza ragione...». «Lo abbiamo accolto come un eroe ed invece è solo un bullo della peggior specie... che delusione... Mi fa pena, ha tutto ma non ha nulla... Lui va fermato perché è pericoloso per gli altri. Ora ho capito perché aveva 20 guardie del corpo. Non per difendere lui dagli altri, ma per difendere gli altri da lui... Un pugno in faccia da 20 centimetri senza un motivo, senza una spiegazione... Quest'uomo è un'arma, va fermato prima possibile perché la prossima volta può finire male»,

McGregor, il più grande campione di arti marziali miste della nostra epoca, ha dimostrato tutto il suo patrimonio complessivo di 180 milioni di dollari durante il suo soggiorno a Roma in questi giorni.

 

È arrivato nella capitale a bordo di un jet privato con tutta la famiglia: mamma, moglie e i suoi tre figli, l'ultimo dei quali, Ryan, battezzato sabato in Vaticano da papa Francesco in persona. Il pugile irlandese si è goduto la vacanza romana, tra lusso e guardie del corpo. Ora però è nei guai.

Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre, 07:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche