Escort, su internet è boom di gigolò "senior": secondo le clienti i più giovani troppo avidi e aggressivi

Lunedì 12 Ottobre 2020

Sarà la crisi economica, sarà che il Covid-19 ha reso le donne più prudenti e meno audaci, sarà che anche in fatto di scappatelle le donne sono diventate più esigenti ma sugli annunci di Internet sono esplose le richieste di gigolò più grandi a scapito dei giovanissimi. Lo evidenzia una ricerca dell’associazione "Donne e qualità della vita". Considerati oltre 30 portali di incontri, da Badoo a Tinder, da Lovoo a Bumble, da Ok Cupid a Annunci 69 e molti altri, un corposo 27% del mercato è composto di uomini tra i 35 e i 50 anni. Il 25% tra i 25 e i 35 anni e il restante tra i 35 e i 25 anni.    

 
Uomini che si definiscono prestanti, versatili e curiosi, quasi tutti in ottima forma fisica ma non si abbassano l’età per conquistare le ricche clienti. Il trend è distribuito in tutta Italia con una netta accentuazione al Nord.
Molti si offrono anche solo per incontri via chat o telefonici e sembrano essere apprezzati dalle clienti per la loro capacità oratoria (12%), la loro intelligenza (15%), il loro intuito psicologico (22%), la loro pazienza (43%), la loro autoironia (21%).    

   
Gli escort giovanissimi piacciono meno. Sono avidi (12%), aggressivi (15%), alcuni fanno uso di droghe (11%), sono cinici (15%) o puntano solo ai soldi (33%), altri sono poco colti (23%).        
Un non inconsistente 5% di utenti donne si è innamorata del proprio gigolò più maturo mentre con i più giovani capita solo di rado.


Curiosamente molti dei gigolò fanno questo lavoro pur avendo all'apparenza una vita normale, complice la crisi economica. Allora sui social abbondano le foto fake e quelle più ricorrenti per attrarre le clienti sono quelle dei vip come per esempio il conduttore pugliese di Mediaset Giuseppe Brindisi (12%), il giornalista televisivo calabrese Alberto Matano (10%), Bruce Willis (10%) o ancora Franco Nero (9%) e Alessandro Gassman (13%). Foto che spariscono quando il contatto con la preda si fa più intimo.

 

Ultimo aggiornamento: 13:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA