Michele Emiliano ha un sosia in un dipinto del 16esimo secolo: Sgarbi scova la somiglianza con San Felice