Lecce-Spezia, febbre a 90 tra striscioni e goliardia