Green pass, i sindacati: «Obbligatorio per pubblico e privato»

Mercoledì 15 Settembre 2021
foto

​Green pass, via libera dal Senato al decreto con 189 sì: è legge. E i sindacati anticipano gli esiti dell'incontro con il governo a Palazzo Chigi: «Da governo obbligo pubblico-privato». Via libera definitivo dall'Aula del Senato, dunque, al primo dl Green pass che estende l'uso della carta verde per ristoranti, spettacoli e competizioni sportive, mostre, piscine, palestre e proroga lo stato di emergenza nazionale fino al 31 dicembre 2021. La fiducia posta dal governo al provvedimento ha ottenuto 189 voti favorevoli, 32 contrari e 2 astenuti. Queste misure diventano legge.

 

Cabina di regia domattina alle 10.30

La cabina di regia di governo sul nuovo decreto per l'estensione dell'obbligo di Green pass è convocata domattina alle 10.30 a Palazzo Chigi. Lo si apprende da diverse fonti ministeriali.

 

Green pass per tutti i lavoratori da metà ottobre: regole, smart working e multe (sino a mille euro), la guida

Papa Francesco: «Vaccini, negazionisti anche tra cardinali. Matrimonio solo uomo-donna, ma unioni civili gay possibili»

 

Sindacati: «Da governo obbligo pubblico-privato»

«Il governo ci ha informati che approverà un decreto per rendere il Green pass obbligatorio sui posti di lavoro pubblici e privati». Lo dice il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri dopo l'incontro a Palazzo Chigi.

 

«Chiesta la gratuità dei tamponi»

«Abbiamo chiesto la gratuità dei tamponi fino a fine anno». Lo dicono i segretari di Cgil e Uil Maurizio Landini e Pierpaolo Bombardieri, al termine dell'incontro a Palazzo Chigi, presente per la Cisl, Angelo Colombini. «Il governo ci ha ringraziato del confronto, non ha dato risposte rispetto al provvedimento definitivo, ci auguriamo che tenga conto di queste riflessioni», spiega Landini, aggiungendo che è stato chiesto al governo di valutare eventualmente anche un periodo transitorio.

 

Landini: «Per ora il governo non prevede il vaccino obbligatorio»

«Abbiamo ribadito al governo che noi pensiamo che la strada migliore sia quella di un provvedimento legislativo per l'obbligo vaccinale. Siamo stati informati che invece la discussione non prevede almeno per ora questa scelta. Non è esclusa, ma per non prevista». Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al termine dell'incontro a Palazzo Chigi sull'estensione del Green pass.

Sui tempi dell'entrata in vigore dell'estensione del green pass per i lavoratori pubblici e privati dal governo «hanno parlato genericamente del mese di ottobre ma non hanno indicato date. Hanno detto che è una decisione non ancora assunta». Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al termine dell'incontro a Palazzo Chigi. Così come, ha proseguito, «non ci hanno detto che sicuramente domani» arriverà il decreto in Cdm, e «che stanno decidendo e valutando» anche alla luce di questo confronto.

 

 

 

 

 

 

 

Video

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA