Uccise un coetaneo per gelosia: nuovo arresto dopo la scarcerazione

Uccise un coetaneo per gelosia: nuovo arresto dopo la scarcerazione
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Novembre 2022, 14:43

Il Tribunale della libertà per i minorenni di Bari ha accolto l'appello del pm contro la scarcerazione del 16enne accusato di aver ucciso con una coltellata al fianco Francesco Pio D'Augelli, 17enne la sera del 18 luglio scorso a San Severo (Foggia). L'assassino reo confesso era stato scarcerato per decorrenza termini il 21 ottobre scorso. Il giovane era accusato in un primo momento di omicidio volontario poi derubricato in omicidio preterintenzionale. Il tribunale della libertà ed ha disposto pertanto un nuovo arresto per il 16enne, ma il provvedimento non è esecutivo poiché la difesa ha presentato ricorso in Cassazione.

La lite per gelosia

Il 16enne accoltellò D'Augelli al termine di un litigio: la vittima era gelosa di uno scambio di messaggi via social tra la sua fidanzata e l'altro ragazzo. Il 16enne ha sempre sostenuto di aver agito per difendersi e di aver brandito il coltello (acquistato su internet) solo per allontanare il 17enne e di averlo ferito a morte involontariamente (non pensava di averlo ucciso). Il 16enne si era costituito nella tarda mattina del giorno successivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA