Inchiesta sulle assunzioni nelle Asl e nei Consorzi di bonifica: chiuse le indagini su Cera, Emiliano e Ruggeri

Mercoledì 10 Giugno 2020
Chiuse le indagini dell'inchiesta portata avanti dalla Procura di Foggia con i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Bari, su Angelo e Napoleone Cera, padre e figlio, accusati di tentata induzione indebita a dare o promettere utilità (inizialmente l'accusa era di tentata concussione) per una serie di nomine e assunzioni tra le Asl e i consorzi di bonifica della Capitanata. Coinvolti, tra gli altri, nell’inchiesta dei pm Antonio Laronga e Marco Gambardella, il governatore di Puglia Michele Emiliano e l’ex assessore regionale al Welfare, Salvatore Ruggieri, accusati di concorso in corruzione per la nomina del presidente della Asp di Chieuti. 

Appalti, elezioni e favori fra imprenditori, ex sindaci e parlamentari. Il pm: «Tutti a processo»
Inchiesta sulla sanità, arrestati il consigliere Cera e il padre ex parlamentare

A dare notizia dell'avviso di conclusione delle indagini è stato lo stesso Napoleone Cera su Facebook: “Finalmente una buona notizia!”, ha scritto riferendosi alla “vicenda giudiziaria che mi ha riguardato. Si faccia presto - ha concluso Cera - ad accertare e fare chiarezza su una vicenda della quale sono totalmente estraneo avendo agito sempre nell'interesse collettivo. Sono un uomo delle istituzioni e come tale ho piena fiducia nell'operato della magistratura".

  © RIPRODUZIONE RISERVATA