Frode ai fondi europei per l'agricoltura per oltre un milione e mezzo: maxi sequestro e 11 indagati

Frode ai fondi europei per l'agricoltura per oltre un milione e mezzo: maxi sequestro e 11 indagati
Truffa aggravata e continuata, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale e falsità ideolofgica commessa da privato in atto pubblico. Con queste accuse i militari della guardia di finanza di Foggia hanno eseguito un maxi sequestro di beni disposto dal gip del tribunale di Foggia, per una inchiesta che vede indagate 11 persone.  

In particolare, i finanzieri  di San Nicandro Garganico, coordinati dalla procura di Foggia, hanno scoperto un ampio sistema di frode, messo in atto a partire dai primi anni 2000 da parte di vari soggetti residenti tra San Nicandro Garganico, Cagnano Varano ed Ischitella, i quali, per ottenere i finanziamento europei da Agea, l'agenzia del ministero delle Politiche agricole per le erogazioni in agricoltura e con l'aiuto di professionisti impiegati nei Centri assistenza agricola, hanno prodotto falsi titoli di possesso di terreni e costituito diverse imprese, risultate in realtà essere delle vere e proprie “scatole vuote” intestate a prestanome.

La presunta truffa avrebbe sottratto allo Stato ben un milione e mezzo di euro (precisamente 1.587.589,33 euro). Sigilli sono stati apposti a 13 fabbricati; 16 terreni; 7 autoveicoli e 2 motoveicoli; quote societarie relative a 4 imprese.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 1 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento: 09:13