Foggia, spari dal balcone: si dimette il presidente del Consiglio comunale

Lunedì 4 Gennaio 2021

Il video in cui viene ripreso mentre spara a salve quattro colpi di pistola dal balcone di casa, e poi un altro, per festeggiare Capodanno dicendo che «non è una barzelletta», sono costati le dimissioni al presidente del Consiglio comunale di Foggia, Leonardo Iaccarino di Forza Italia. Il politico foggiano, che fa il vigile del fuoco, era già finito nell'occhio del ciclone dopo le immagini, virali sui social anche quelle, del figlio appena 16enne che, sempre la notte di San Silvestro, ha festeggiato sparando pure lui dal balcone quattro colpi di pistola a salve. Nel nuovo video Iaccarino è ripreso da solo. «Non è una barzelletta», dice impugnando la scacciacani; dopo i primi quattro colpi simula ancora gli spari, ma la pistola giocattolo con tappo rosso si inceppa, e nel video si sente la voce di un ragazzino che lo incita: «Spara, spara ancora. C'è un altro colpo». Poi parte una quinta pistolettata. In chat e online sono virali anche altre immagini girate a casa Iaccarino, dove si ripete la scena scatenando il finimondo. E non solo sul web: le dimissioni del politico sono state chieste dall'europarlamentare Mario Furore e dalla consigliera regionale Rosa Barone, entrambi M5s (lei rincara la dose chiedendo le dimissioni di Iaccarino anche dal ruolo di consigliere comunale); e sono state sollecitate da tutti i consiglieri di opposizione alla maggioranza di centrodestra (anche Pd, Italia in Comune e liste civiche), stigmatizzando questi come «comportamenti che emulano modelli sociali e culturali negativi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA