Dopo la revoca degli arresti domiciliari, Dattoli torna al Miulli: è il nuovo direttore sanitario

Venerdì 7 Gennaio 2022

L’ex direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia, Vitangelo Dattoli, sotto inchiesta per presunti episodi di turbativa d’asta nelle gare d’appalto della Asl dauna, è tornato a ricoprire il ruolo di direttore sanitario dell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari). II dirigente si era recentemente dimesso dopo 4 anni di lavoro da dg degli Ospedali Riuniti di Foggia a seguito di un'inchiesta su presunti episodi di turbativa d'asta che avrebbero riguardato gare d'appalto dell'Asl di Capitanata.

Lo scorso 13 dicembre, nell’ambito delle indagini della Procura di Foggia, era finito agli arresti domiciliari per poi tornare in libertà il 30 dicembre. Oggi la svolta: direttore sanitario del Miulli da cui era in aspettativa da alcuni per ricoprire i diversi incarichi pubblici cui era stato nominato. Il dirigente ha dunque deciso di terminare la sua aspettativa e di tornare a ricoprire l’incarico di direttore sanitario dell’ospedale di Acquaviva, tra i principali centri sanitari privati della Regione.

La nota del Miulli

L'Ospedale Generale Regionale Miulli spiega in una nota che Dattoli, dipendente dello stesso Ente Ecclesiastico dove ricopriva il ruolo di Direttore dei Presidi Distaccati, era in aspettativa dal settembre 2002 e che dovendo selezionare il nuovo Direttore Sanitario del Miulli, come da prassi la Direzione Generale del nosocomio di Acquaviva ha cercato all’interno del proprio organico la professionalità idonea a ricoprire tale ruolo, individuandola nella figura di comprovata esperienza del dott. Dattoli.

Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio, 08:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA