Bomba della II guerra Mondiale in un cantiere: bonifica il 2 giugno. Da evacuare 8mila persone

Foto di repertorio
Foto di repertorio
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Maggio 2024, 17:02 - Ultimo aggiornamento: 16 Maggio, 07:07

Bomba della Seconda Guerra Mondiale ritrovata in un cantiere a Foggia: il 2 giugno la bonifica con l'evacuazione dei residenti in un'area di circa 430 metri.

In seguito al ritrovamento di un ordigno risalente alla Seconda Guerra Mondiale in un cantiere di via Spalato, domenica 2 giugno, a partire dalle prime ore della mattina, sarà effettuata la bonifica dell’area interessata a opera del Genio Militare. A darne notizia è il comune di Foggia.

"Le tempistiche e le modalità dell’avvio delle operazioni - si legge nella comunicazione - sono state stabilite al termine di una serie di incontri, susseguitisi in questi giorni, presso la Prefettura di Foggia con tutti i soggetti coinvolti.

Contemporaneamente, presso il Comune di Foggia è stato istituito il COC – Centro Operativo Comunale, all’interno del quale siedono tutti gli Enti e gli Uffici interessati alla complessa attività di pianificazione degli interventi di bonifica, di evacuazione della popolazione dalla c.d. zona rossa e di sospensione dei servizi (mobilità, utenze domestiche, telefonia).

Il precedente a Brindisi

Anni fa una bomba inesploca costrinse anche la città di Brindisi a programmare una mini-evacuazione

L'evacuazione

Al fine di preservare la sicurezza pubblica e garantire il corretto svolgimento delle operazioni, è stato deciso di procedere con la evacuazione parziale e temporanea dell’area interessata, la quale comprenderà un raggio di 430 metri dal luogo del ritrovamento. Questa decisione è stata presa in conformità con le normative vigenti e nel pieno rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità competenti in materia di ordigni bellici non esplosi, fermo restando che saranno adottate tutte le misure necessarie per minimizzare il disagio per i residenti e le attività commerciali dell’area coinvolta. Si calcola che saranno circa 8mila le persone coinvolte.

Ulteriori aggiornamenti saranno forniti regolarmente attraverso i canali ufficiali del Comune di Foggia, in stretto raccordo con la Prefettura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA