Muore a 48 anni un operatore del 118: era positivo al coronavirus

Sabato 28 Marzo 2020
Aveva 48 anni l'operatore del 118 morto questa mattina a Foggia. Era positivo al coronavirus e non aveva, a quanto emerso fino a ora, alcuna patologia pregressa. L’uomo era di Rodi Garganico ed è morto nel Policlinico Riuniti di Foggia dove era ricoverato dal 4 marzo.

Il 48enne avrebbe contratto il Covid-19 dopo aver soccorso un paziente positivo il 2 di marzo. Sono stati messi in quarantena, dopo quell'intervento, altri nove operatori del 118, tutti regolarmente rientrati in servizio. Tra il personale del 118 della Sanitaservice, c'è un altro operatore contagiato e le sue condizioni non sarebbero preoccupanti.

Coronavirus, prima vittima tra i medici di medicina generale pugliesi. Il sindacato: «Combattiamo a mani nude»

A Foggia, pochi giorni fa, la morte del primo medico di base colpito dal coronavirus.  © RIPRODUZIONE RISERVATA