Bombe e attentati, Lamorgese lunedì a Foggia tra Comitato sicurezza e Università

Venerdì 14 Gennaio 2022

Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, sarà a Foggia lunedì dopo l'esasperante spirale di attentati dinamitardi di questi ultimi giorni. Oltre a presiedere nel capoluogo dauno il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica con i vertici delle forze di polizia in cui saranno valutate le misure da assumere, visiterà l'Università di Foggia.

«Siamo onorati di ospitare la Ministra Lamorgese in un momento così delicato e complesso quale quello che stiamo vivendo in Capitanata», afferma il rettore, Pierpaolo Limone, annunciando la visita del capo del Viminale alle ore 14 presso l'aula magna del Dipartimento di Studi Umanistici.

«Le forze dell'ordine - afferma -, con le quali abbiamo nel tempo stabilito una importante collaborazione, stanno facendo un egregio e massiccio lavoro sul territorio e noi vogliamo essere al fianco delle istituzioni svolgendo il ruolo che ci compete: la formazione delle coscienze, la responsabilità, l'etica e l'impegno civile delle future generazioni».

Sisto: «Era necessaria la presenza dello Stato»

«Ringrazio il ministro Lamorgese per aver accolto la richiesta, che ho avanzato a nome di tutti gli esponenti di Forza Italia in Puglia, di partecipare al Comitato per l'ordine e la sicurezza a Foggia: dopo i diversi attentati registrati, era necessario far sentire forte la presenza dello Stato nel territorio e potenziare l'organico delle Forze dell'Ordine».

Così il deputato pugliese di Forza Italia e Sottosegretario alla Giustizia Francesco Paolo Sisto. «Gli episodi criminosi - prosegue - hanno ferito la comunità, che vive con grande apprensione quanto è accaduto: la criminalità ha alzato il tiro e le istituzioni devono reagire e sostenere i cittadini. È necessario il presidio severo dello Stato, e la presenza del ministro a Foggia è certamente un primo segnale di attenzione da parte del governo. Sarò lunedi al suo fianco per rappresentare la ferma volontà dei pugliesi di battersi per la difesa della legalità».

Ultimo aggiornamento: 19:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA