Usa choc, studenti si fanno contagiare per vendere il plasma: «Fino a 200 dollari»

Mercoledì 14 Ottobre 2020
Usa choc, studenti si fanno contagiare per vendere il plasma: «Fino a 200 dollari»

Dopo i "Covid party" per contagiarsi apposta, plasma con gli anticorpi venduto in cambio di soldi. Accade negli Stati Uniti, in un college di proprietà dei Mormoni, il Brigham Young University, nello stato dell'Idaho: l'ingegnoso piano sarebbe stato messo in atto da alcuni studenti, che avrebberbo cercato di infettarsi deliberatamente per poi vendere il proprio sangue con gli anticorpi per il Covid.

Leggi anche > Covid, record di contagi nel Regno Unito: «Quasi 20mila nelle ultime 24 ore». I morti sono 137

A scoprire tutto è stata la direzione del college, che ha avviato un'indagine e sospeso gli studenti stessi, condannandone il comportamento. Al momento gli studenti positivi nell'ateneo sono 109. Come spiegano i media americani, tra le terapie contro il virus i medici raccolgono sangue da donatori guariti, per usarlo nei casi di pazienti gravi: un procedimento approvato ad Agosto dalla Food and Drug Administration.

 

Leggi anche > Francia, Macron: "Coprifuoco dalle 21 alle 6 nell'Ile-de-France e in 8 metropoli" 

 

Varie aziende che si occupano di plasma iperimmune, e alcuni centri specializzati, pagano infatti da 50 fino a 200 dollari chi decide di donare il proprio plasma, a patto che il donatore sia guarito dal Covid e privo di sintomi da almeno 14 giorni. In una nota la BYU ha condannato il comportamento dei propri studenti, invitando gli studenti con problemi economici a chiedere sostegno all’università: «Non serve mettere in pericolo la propria salute per soldi», afferma l’ateneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA