Zelensky a Porta a Porta: «Trattative complicate, i russi ogni giorno torturano e uccidono»

Giovedì 12 Maggio 2022
Zelensky a Porta a Porta: «Trattative con la Russia? Ogni giorno più complicate»

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è stato intervistato da Bruno Vespa a Porta a Porta, su Rai1, nella puntata in onda questa sera. «​Non credo che Putin riuscirà a salvare la faccia», ha detto Zelensky parlando della situazione nel suo Paese e del conflitto in corso con la Russia.

 

La Finlandia annuncia l'adesione alla Nato: «Senza indugi». Mosca avverte: «Ritorsioni militari»

 

«Per quel che riguarda le trattative con la Russia, la questione si complica ogni giorno perché ogni giorno i russi occupano villaggi, perché molte persone hanno lasciato le loro case, sono state uccise dai russi e vedo tracce di torture e uccisioni. Questo complica molto la possibilità di condurre trattative, vogliamo che capiate che la nostra società è molto pacifica, da otto anni volevamo fare una trattativa. Io sono pronto a parlare con Putin, ma senza ultimatum».

 

«Non vedo tutta questa differenza tra la posizione europea e quella americana. Siamo tutti uniti sull'obiettivo di ripristinare l'integrità territoriale dell'Ucraina, ma senza forze armate ucraine potenti la base delle trattative con la Russia non sarà potente», ha aggiunto. «Noi non dobbiamo cercare una via d'uscita per la Russia. So che Putin voleva portare a casa qualche risultato ma non lo ha trovato. Proporre a noi di cedere qualcosa per salvare la faccia del presidente russo non è corretto da parte di alcuni leader, non siamo pronti a salvare la faccia a qualcuno pagando con i nostri territori, non penso sia una cosa giusta».

Ultimo aggiornamento: 17:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA