Drone ucraino precipita in Croazia: cratere di tre metri in un parcheggio. Era decollato da Odessa

Il velivolo arrivato dalla zona di guerra sarebbe partito da Odessa

Drone ucraino precipita in Croazia: cratere di tre metri in un parcheggio. Era decollato da Odessa
Drone ucraino precipita in Croazia: cratere di tre metri in un parcheggio. Era decollato da Odessa
2 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Marzo 2022, 12:33

Un drone militare proveniente dall'Ucraina si è schiantato la scorsa notte a Zagabria, in Croazia. A confermare che il velivolo - inizialmente non identificato - sia un mezzo militare arrivato dalla zona di guerra, è stato il primo ministro croato Andrej Plenković, precisando che sono in corso indagini per accertare tutte le circostanze dell'incidente. Il velivolo è entrato nello spazio aereo della Croazia dall'Ungheria, volando in direzione da est a ovest, a un'altitudine di circa 1.300 metri e a una velocità di 700km/h. 

Ucraina, anche il super-cecchino 'Wali' si unisce all'esercito di Kiev: «È il più letale al mondo»

 

Drone decollato da Odessa

Secondo i primi rilevamenti, dovrebbe trattarsi di un drone da ricognizione del tipo Tu-141 di produzione sovietica, utilizzato dall'esercito ucraino. Avendo un raggio d'azione di 1.000 km, si presume sia decollato dalla zona di Odessa, la città assediata dai russi nel sud dell'Ucraina. 

Il drone nell'urto ha creato un cratere di circa tre metri provocando danni ad alcune automobili parcheggiate nelle vicinanze, in un quartiere densamente abitato. Non ci sono feriti. Poiché l'urto non ha provocato un incendio si suppone che il velivolo fosse rimasto senza carburante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA