Uccide la moglie e poi si toglie la vita: «I parenti hanno lanciato l'allarme dopo alcuni messaggi sui social»

Martedì 22 Settembre 2020 di Alessia Strinati
Uccide la moglie e poi si suicida con la stessa arma. Zachary Starr, 29 anni, ha ucciso la sua Mikki, di 27 anni, moglie e madre dei due loro figli, nella loro casa di Lima, in Ohio, Stati Uniti. Prima di compiere la tragedia avrebbe scritto alcuni messaggi sui social che hanno fatto scattare l'allerta, purtroppo tardiva, da parte dei parenti della coppia.

Leggi anche > L'amico le punta la pistola contro e le spara, 19enne muore e lui si giustifica: «L'ho sempre fatto non è mai partito un colpo»



I loro cari hanno avvertito le forze dell'ordine ma quando la polizia è entrata nell'abitazione purtroppo non c'era più nulla da fare. «Abbiamo ricevuto informazioni da membri della famiglia che c'erano alcuni messaggi sui social che ci hanno indicato che quello che probabilmente stiamo osservando in questo momento è un caso di omicidio-suicidio», ha affermato il capo delle indagini, come riporta il Daily Mail.

I due si conoscevano dal 2012 e nel 2017 si erano sposati. Dalla loro unione erano nati due figli, l'ultima nel marzo del 2019. Non è chiaro cosa possa aver spinto l'uomo a compiere un simile gesto, la loro sembrava una famiglia affettuosa e unita come molte altre. I bambini, fortunatamente, sono rimasti illesi, ma non è stato ancora chiarito dove si trovassero al momento della tragedia.  © RIPRODUZIONE RISERVATA