Uccide giardiniere e lo cucina al microonde: cannibale 40enne a processo

James David Russell, 40enne dell’Idaho, avrebbe ucciso un giardiniere che lavorava a casa della famiglia e cucinato al microonde parti del cadavere

Giovedì 21 Aprile 2022
James David Russell sospettato di aver ucciso un 70enne

Può essere processato James David Russell, il 40enne cannibale dell’Idaho che avrebbe cucinato al microonde e mangiato parti del corpo di un giardiniere che lavorava a casa dei genitori. Gli psichiatri, infatti, lo hanno dichiarato sano di mente, dovrà quindi affrontare in tribunale le accuse di omicidio e cannibalismo. Russell detenuto nella prigione della contea di Bonner, venerdì farà la sua prima apparizione davanti alla corte come principale sospettato dell'omicidio di David Flaget, 70 anni: il giardiniere che lavorava nella proprietà di famiglia trovato morto proprio nei giorni in cui il 40enne era in visita.

 

Leggi anche > Sergey Protosenya, l'oligarca russo uccide con un'ascia moglie e figlia di 18 anni. Poi si toglie la vita

 

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, l’anziano lavoratore aveva avuto diversi scontri con Russel e ne aveva parlato con la famiglia, riporta il Dailybee. Secondo il detective della contea di Bonner Phillip Stella, i familiari del 40enne avrebbero dovuto cogliere i segnali: «L’uomo poteva rappresentare un pericolo per sé e per glia altri». Ma se ne sono resi conto troppo tardi quando hanno trovato il cadavere di Flaget con le mani legate e senza alcune parti del corpo, nel camion parcheggiato all’interno della tenuta. 

 

La prima reazione del presunto cannibale è stata di fuggire nella casa dove viveva. Lì dopo una breve situazione di stallo è stato arrestato ed è partita la perquisizione. Tra le prove scoperte e che verranno presentate al processo, c’è un forno a microonde insanguinato e porzioni di carne trovate all'interno e all’esterno dell’edificio. Russell ha rilasciato solo una dichiarazione alle forze dell'ordine che ha ripetuto più di due volte: «È proprietà privata e non ci piace chi non è di famiglia». La pena massima per il cannibalismo è 14 anni di reclusione: per le accuse di omicidio di primo grado si arriva all'ergastolo o anche alla pena di morte.

Ultimo aggiornamento: 20:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA