Uccide due donne a calci e pugni, poi nasconde per anni i cadaveri nel congelatore di casa: condannato

Venerdì 4 Settembre 2020 di Alessia Strinati

Uccide due donne e conserva per anni i corpi in un congelatore. Zahid Younis, 36 anni, è stato condannato oggi dalla Southwark Crown Court all'ergastolo per l'omicidio di Henriett Szucs, 34 anni, e Mihrican Mustafa, 38 anni. L'uomo ha ucciso le due vittime a calci e pugni e poi ha occultato i corpi per anni nel congelatore di casa sua. 

Leggi anche > Uccide la moglie perché non facevano abbastanza sesso, poi spara ai vicini di casa

Henriett era stata vista l'ultima volta nell'agosto del 2016, mentre di Mihrican si erano perse le tracce nel maggio del 2018. Nel 2019 ad accorgersi del congelatore con i cadaveri è stato un agente di polizia che ha aperto la casa del 36enne dopo che ne era stata denunciata la scomparsa. L'agente ha raccontato di aver avuto un'intuizione dopo aver visto il lucchetto. Quando lo ha aperto ha scoperto i cadaveri e sono scattate le indagini. Le famiglie delle donne scomparse hanno identificato i corpi.

Le donne erano state sottoposte a "violenze molto significative", secondo il referto dei medici, prima della loro morte e avevano lesioni da frattura associate a calci o pugni. Quando Zahid Younis è stato arrestato ha negato ogni colpa, ammettendo di conoscere una delle due vittime e di averci avuto una relazione, ma di non sapere che il cadavere era nel suo frigo. Ora, come riporta la stampa locale, la corte lo ha però riconosciuto colpevole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA