Tre sorelle violentate e torturate per anni dal padre uccidono il genitore: ora rischiano 15 anni di carcere

Venerdì 31 Luglio 2020 di Alessia Strinati
Hanno ucciso il padre che ha abusato di loro per anni e ora rischiano fino a 15 anni di carcere. Kristina, Angelina e Maria Khachaturyan, che all’epoca dei fatti avevano 19, 18 e 17 anni, sono state violentate per anni dal padre orco fino a quando non hanno trovato il coraggio di opporsi e lo hanno ucciso a coltellate. 

Leggi anche > Spettatrice nota gonfiore sul collo della conduttrice del tg: «Fatti un controllo». Lei scopre un tumore

Mikhail Khachaturyan, 57 anni, è stato ucciso dalle ragazze nelle scale del condominio di Mosca in cui abitava. Le tre sorelle hanno sempre ammesso che la loro è stata una vendetta per quanto subito dall'uomo che era stato in una clinica psichiatrica, aveva un trascorso con la mafia russa ed era un eroinomane. Per anni il 57enne le ha torturate e violentate, minacciandole più volte con un coltello e impedendo loro di andare a scuola. Come se non bastasse le giovani erano costette anche a terribili umiliazioni come mangiare i peli di cane raccolti sul pavimento.

Abusi che hanno portato le adolescenti alla disperazione che le ha spinte alla vendetta. Quando sono state arrestate la maggiore ha ammesso che volevano che l'uomo sparisse dalla terra per tutte le cose terribili che erano state costrette a subire. Il processo a carico di Kristina e Angelina Khachaturyan si aprirà oggi mentre per Maria, che era minorenne all'epoca dei fatti, si procederà separatamente. Le sorelle sono accusate di omicidio e rischiano fino a 15 anni di carcere. Il caso ha diviso a metà la Russia, tra coloro che sostengono la brutalità dell'omicidio premeditato e chi giustifica le giovani a causa sei terribili abusi subiti per anni.  © RIPRODUZIONE RISERVATA