Sviluppa un'infezione togliendosi le lenti a contatto, mamma resta cieca, calva e paralizzata

Mercoledì 20 Settembre 2017
Sviluppa un'infezione con le lenti a contatto e resta cieca, calva e paralizzata. Claire Wilkinson, 38 anni, da Brisbane, in Australia, ha combattuto il batterio di acanthamoeba keratitis (AK) per un decennio prima che i medici facessero una diagnosi corretta. I dottori del servizio medico pubblico le avevano detto che era una semplice congiuntivite, ma era ben altro che nel tempo è diventato sempre più grave.



La donna era arrivata a dover usare sempre gli occhiali da sole, l'infezione le aveva intaccato la cornea e lesionato il cervello tanto da causarle un ictus. Il batterio l'aveva paralizzata e le aveva dato una totale perdita di capelli. Un vero incubo che si è risolto solo dopo una visita specialistica, un'aggressiva terapia antibiotica e un trapianto di cornea, come riporta anche il Daily Mail.

«Ho sofferto tantissimo per anni, fino a quando mi hanno parlato di un centro in Inghilterra, così sono volata li con mia figlia», ha raccontato la donna. Tutto era partito da una semplice infezione, un batterio che si trova nell'acqua era entrato a contatto con l'occhio durante l'estrazione delle lenti a contatto, se fosse stato curato con la giusta terapia antibiotica si sarebbe risolto tutto e in breve tempo ma la diagnosi e le terapie sbagliate hanno aggravato la situazione.

Oggi la signora sta meglio, ma chiede un risarcimento per quello che le è accaduto e per recuperare le costose spese mediche che ha dovuto affrontare privatamente per poter guarire. 
  Ultimo aggiornamento: 21:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA