Studentessa uccisa a 21 anni dal suo fidanzato: «Era minacciata da tempo ma non voleva far preoccupare la famiglia»

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Alessia Strinati

Uccisa a 21 anni dal suo fidanzato. Katherine Paniagua, studentessa universitaria, è stata uccisa dal fidanzato 25enne nella casa in cui la coppia viveva a Yarumal, a nord di Antioquia. Subito dopo l'omicidio il ragazzo ha provato a togliersi la vita, ma i soccorsi sono giunti in tempo sul posto per salvargli la vita.

 

Leggi anche > Modella uccide il marito a coltellate: «È tornato a casa ubriaco con un'altra donna e mi ha chiesto di cucinare per loro»

 

 

La coppia viveva insieme da un anno. Katherine era al terzo anno della Regency of Pharmacy dell'l'Universidad de Antioquia. La ragazza sognava di diventare una farmacista, di essere una donna indipendente, ma con un solo gesto le è stato portato via tutto. Il 25enne ha ammazzato la giovane probabilmente in un atto di follia, strangolandola a morte. Poi ha provato ad uccidersi facendosi diversi tagli.

 

Pare che la ragazza da tempo subisse le violenze del fidanzato. Aveva parlato con alcuni amici di quello che accadeva in casa ma non aveva detto nulla alla sua famiglia per non farli preoccupare. Secondo quanto riporta la stampa locale la morte di  Katherine ha sconvolto tutto il campus e l'intera città, al punto che anche il rettore dell'università ha voluto dedicare un pensiero alla giovane studentessa condannando ogni forma di violenza sulle donne e femminicidio. Il compagno, dopo essere stato dimesso dall'ospedale è stato arrestato. 

Ultimo aggiornamento: 18:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA