Siriano urla «Allahu Akbar» e uccide cane poliziotto con un'ascia durante l'irruzione degli agenti

Giovedì 31 Maggio 2018 di Simone Pierini
Siriano urla «Allahu Akbar» e uccide cane poliziotto con un'ascia durante l'irruzione degli agenti

La polizia di Rotterdam piange un cane poliziotto morto dopo essere stato colpito a morte con un'ascia da un siriano che ha attaccato gli agenti di polizia. I vicini hanno riferito che l'uomo è stato avvistato sul balcone di un appartamento agitando l'arma e urlando «Allahu Akbar» a Schiedam, vicino a Rotterdam, in Olanda.

L'uomo è stato ucciso delle forze dell'ordine che sono intervenute dopo una segnalazione. Hanno cercato di comunicare con l'individuo che però ha rifiutato di collaborare. La polizia ha quindi cercato di introdursi in casa, ma l'uomo ha reagito colpendo il cane e minacciando gli agenti, che hanno cercato di calmarlo con un Taser. La polizia ha quindi sparato sull'uomo ferendolo. Questo è poi deceduto in ospedale. 
 


 
Anche il padre dell'uomo, di cui non sono state rese note le generalità, è stato tra le persone a chiamare la polizia. Sia lui che i negoziatori chiamati per cercare di sbloccare la situazione non sono riusciti a calmare l'individuo. È a quel punto che la polizia ha fatto irruzione nell'appartamento situato nella Van den Tempelstraat.

Senza effetto l'uso del Taser, gli agenti hanno cominciato a sparargli alle gambe ma, trasportato d'urgenze in ospedale, non è sopravvissuto alle ferite. Secondo quanto riferiscono i media olandesi, l'uomo avrebbe già mostrato segni di squilibrio comportamentale in passato e non sarebbe noto alle forze dell'ordine, ma la polizia sta ugualmente verificando il suo background ed eventuali connessioni con il terrorismo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA