A Parigi è emergenza ospedali: «Un ricoverato su due è per Covid». Coprifuoco alle 21, carcere per i trasgressori

Giovedì 15 Ottobre 2020
A Parigi è emergenza ospedali: «Un ricoverato su due è per Covid». Coprifuoco alle 21, carcere per i trasgressori

La Francia è ormai in piena emergenza per via della pandemia di coronavirus, arrivata alla sua seconda ondata. Il primo ministro Jean Castex ha detto oggi in conferenza stampa che il 46% dei letti di ospedale a Parigi, quasi uno su due, sono ora occupati da pazienti ricoverati per Covid-19: e non è possibile aumentare la capacità dei reparti di terapia intensiva, il che significa che l'unica strategia possibile è quella di rallentare la diffusione del virus con misure restrittive.

 

Ieri in Francia ci sono stati oltre 22.000 nuovi casi (un dato triplo rispetto al primo picco di aprile): il Governo ha dichiarato nuovamente lo stat d'emergenza sanitaria, e il presidente Emmanuel Macron in un discorso alla Nazione ha annunciato che Parigi, insieme ad altre otto città - tra cui Grenoble, Lille, Tolosa e Marsiglia - sarà sottoposta a un rigido coprifuoco dalla sera alle 21. Un provvedimento, quello del governo francese, tra i più severi finora adottato in Europa, e che entrerà in vigore sabato sera per almeno quattro settimane.

 

I residenti potranno uscire di casa solo per andare a lavoro e andare in ospedale o in farmacia, oppure per prendere treni o aereo già prenotati o per portare a spasso il cane. Rispolverato anche il modulo di autocertificazione: le misure coinvolgeranno circa 20 milioni di persone e chi infrangerà le regole sarà punito con la multa e il carcere per i recidivi. «Dodicimila poliziotti e gendarmi saranno, ogni notte, incaricati di verificare i divieti», ha detto nella conferenza stampa al fianco del premier il ministro dell'Interno francese Gérald Darmanin. Il ministro ha precisato le sanzioni previste per chi viola il coprifuoco: «135 euro con aumenti per le recidive che arriveranno a 6 mesi di carcere e 3.750 euro di multa per la terza violazione». 

 

«La seconda ondata epidemica arriva in tutta Europa», ha detto Castex, in conferenza stampa a Parigi dopo la stretta annunciata ieri sera dal presidente Emmanuel Macron, tra cui il coprifuoco a Parigi e altre città. «Questa situazione imponeva una reazione forte e rapida», ha avvertito Castex, aggiungendo che da una decina di giorni «c'è stata un'accelerazione improvvisa e spettacolare» che si «tradurrà con l'arrivo di numerosi pazienti in ospedale». L'autocertificazione si potrà, come nel caso della primavera scorsa, scaricare dallo smartphone e sarà valida per un'ora. 

Ultimo aggiornamento: 15:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA