La pandemia ha aumentato le disuguaglianze: i ricchi sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri

Lunedì 25 Gennaio 2021
La pandemia ha aumentato le disuguaglianze: i ricchi sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri

La pandemia di coronavirus ha incrementato ulteriormente le disuguaglianze: a tutti i livelli, dall'inizio dell'emergenza, i ricchi sono diventati ancora più ricchi e i poveri sono diventati ancora più poveri. Un fatto ampiamente prevedibile, ma che ora viene certificato ufficialmente anche dall'ultimo rapporto di Oxfam, l'agenzia che raggruppa le principali associazioni non profit mondiali.

 

Leggi anche > Elon Musk sorpassa Jeff Bezos: «Con 187 miliardi è diventato l'uomo più ricco del mondo»

 

Dietro l'accrescimento della ricchezza da parte delle persone più ricche del mondo ci sono diverse ragioni, ma c'è un dato che colpisce più di tutti: l'aumento del patrimonio dei mille miliardari più ricchi potrebbe bastare da solo a pagare il vaccino per l'intera popolazione mondiale. Nel report di Oxfam emerge anche un altro dettaglio: se Jeff Bezos, nel settembre scorso, avesse regalato un bonus da 105mila dollari a tutti i suoi 876mila dipendenti, il proprietario di Amazon sarebbe stato ricco come all'inizio della pandemia.

 

L'analisi delle disuguaglianze copre anche le differenze per classi sociali e per provenienza etnica. Il Covid ha colpito in modo diverso, un po' in tutto il mondo, le persone, a seconda della possibilità di accesso alle cure. Negli Stati Uniti, ad esempio, 22mila cittadini afroamericani e latini sarebbero sicuramente sopravvissuti se il tasso di mortalità medio fosse pari a quello della popolazione bianca. C'è poi la differenza di genere, con 112 milioni di donne che hanno già perso il lavoro e rischiano di perderlo. Oxfam spiega che la pandemia del Covid-19 «probabilmente passerà alla storia anche perché, per la prima volta da quando viene monitorata, la disuguaglianza aumenterà simultaneamente in quasi tutti i Paesi del mondo».

 

Il rapporto Oxfam è stato realizzato anche tramite un sondaggio che ha coinvolto 295 economisti provenienti da 79 diversi paesi: per l'87% di questi, la pandemia creerà un aumento della disuguaglianza del reddito e per il 78% lo stesso accadrà per la ricchezza. Sempre secondo gli esperti, aumenteranno altre disuguaglianze: per il 56% degli economisti crescerà quella relativa al genere, per il 75% quella relativa all'etnia. Come se non bastasse, il 67% degli economisti coinvolti è convinto che il proprio governo non abbia un piano adeguato per contrastare queste disuguaglianze destinate ad aumentare sempre di più.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA