Pablo Picasso, choc a Oslo: il governo sta demolendo l'edificio con i murales giganti dell'artista

Martedì 28 Luglio 2020
Grandi proteste contro il governo norvegese che a Oslo sta demolendo un edificio storico decorato con murales giganti di Pablo Picasso . La decisione rientra in un progetto di ricostruzione del quartier generale del governo, danneggiato nell'attacco terroristico del 2011 di Anders Breivik.

Leggi anche > Coronavirus, i 21 farmaci che ne bloccano la replicazione


Il governo, come spiega l’Independent, ha fatto sapere che l'edificio per uffici - noto come "edificio a Y" (l'Y-Block) - sarà sostituito con un'alternativa moderna e più sicura. Il lavoro di Picasso è visibile all'esterno e all'interno con realizzazioni come The Fishermen e The Seagull,  murales che va dal pavimento al soffitto che adorna un muro nella hall dell'edificio Y.
Il governo ha assicurato che entrambe le opere saranno trasferite in un altro edificio, ma i manifestanti hanno sostenuto che i murales appartengono, come inizialmente previsto, alla struttura.
Nel 2011, l'estremista di destra Breivik ha fatto esplodere un furgone che trasportava 950 kg di esplosivo alla base degli uffici del primo ministro norvegese, per poi dare luogo a una sparatoria di massa sull'isola di Utøya, causando la morte di 77 persone. L'edificio Y ha subito pochi danni strutturali a seguito dell'esplosione, ma la sua posizione è stata descritta da funzionari governativi come vulnerabile agli attacchi. © RIPRODUZIONE RISERVATA