Chiude la nonna ancora viva nel freezer e vive per mesi con il cadavere in casa

Il nipote non ha chiamato i soccorsi perché sul suo capo pendeva un mandato di arresto ed è rimasto a vivere con il cadavere della nonna

Mercoledì 20 Aprile 2022
immagine di repertorio

Ha chiuso la nonna 82enne viva nel congelatore e l’ha lasciata morire, rimanendo in casa con il cadavere per mesi. E’ stato arrestato dalla polizia della contea di Floyd negli Stati Uniti, il nipote assassino. Il 29enne accusato di omicidio, lesioni aggravate e occultamento di cadavere si trova ora nel carcere di Rome in Georgia. A far scattare l’allarme è stata la famiglia della vittima, che non riuscendo a mettersi in contatto con l’82enne da diverso tempo, ne ha denunciato la scomparsa. E così giovedì scorso gli agenti hanno fatto la macabra scoperta.

 

Leggi anche > Mariupol, Vanda muore negli stessi sotterranei che la salvarono 80 anni fa dai nazisti

 

Secondo quanto ricostruito l’anziana si sarebbe ferita a dicembre cadendo in casa. Il nipote invece di chiamare i soccorsi però l’avrebbe trascinata fino ad un grande congelatore avvolgendola nei sacchetti di plastica prima di chiuderla dentro ancora viva. Il ragazzo avrebbe poi continuato a vivere in casa per mesi con il corpo nel freezer. Solo a marzo, temendo di venire scoperto, avrebbe spostato il cadavere in un magazzino. Secondo gli investigatori, il 29enne non ha chiamato i servizi di emergenza perché sul suo capo pendeva un mandato di arresto. Anzi alla polizia il giovane ha detto di amare sua nonna perché era l'unico membro della famiglia che gli ha dato la cortesia, l'amore e l'attenzione di cui aveva bisogno. Sarà l’autopsia a determinare la causa e l'ora della morte dell'anziana.

Ultimo aggiornamento: 22:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA