Neonato abbandonato in aeroporto, decine di donne costrette a sottoporsi a visite ginecologiche per rintracciare la madre

Lunedì 26 Ottobre 2020

Un neonato è stato abbandonato nell'aeroporto di Doha, nel Qatar, e per tutte le donne sono scattati i controlli. Le forze dell'ordine, dopo il ritrovamento del piccolo, hanno deciso di fermare ogni donna presente al gate, facendo scendere anche coloro che erano già imbarcate, e sottoporla a una visita ginecologica, per cercare di trovare la madre del bimbo.

 

Leggi anche > Bimba con il tumore va 8 volte in ospedale, ma per i medici finge: la verità emerge dopo mesi

 

Tutte le presenti sono state sottoposte con la forza a una visita ginecologica sul posto, dove un esperto avrebbe accertato se una di loro potesse aver partorito da poco tempo. I fatti si sono svolti i primi di ottobre, ma ora è stato denunciato il fatto dopo che alcune passeggere australiane, coinvolte nell'indagine a tappeto, hanno deciso di raccontare quanto sono state costrette a subire.

 

Le donne hanno dovuto spogliarsi e subire un esame senza il loro consenso. Non solo, nessuna di loro è stata informata del perché di quello che stava accadendo e nessuna sapeva del neonato prima che iniziassero le perquisizioni. Il governo australiano ha parlato di un trattamento inaccettabile e ha aperto il confronto con il Quatar. Le autorità aeroportuali, come riporta l'Independent,  hanno replicato dicendo che dopo il ritrovamento del bambino, che è in perfetta salute, i medici hanno espresso preoccupazione per la salute della mamma, così sono scattati i controli.

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA