La Finlandia annuncia l'adesione alla Nato: «Senza indugi». Mosca avverte: «Ci saranno ritorsioni militari»

Giovedì 12 Maggio 2022

«La Finlandia deve presentare domanda per l'adesione alla Nato senza indugio», hanno scritto nella nota il presidente finlandese Sauli Niinist” e la premier Sanna Marin, riporta la Cnn. La decisione definitiva verrà annunciata domenica.

 

 

«Durante questa primavera si è svolta un'importante discussione sulla possibile adesione della Finlandia alla Nato», prosegue il comunicato sottolineando che «c'è voluto del tempo per lasciare che il Parlamento e l'intera società prendessero posizione sulla questione. E' stato necessario del tempo per stretti contatti internazionali con la Nato e i suoi Paesi membri, nonché con la Svezia. Abbiamo voluto dare alla discussione lo spazio necessario.»

 

«L'adesione alla Nato rafforzerebbe la sicurezza della Finlandia. In quanto membro della Nato, la Finlandia rafforzerebbe l'intera alleanza di difesa. La Finlandia deve presentare domanda per l'adesione alla Nato senza indugio. Ci auguriamo che i passi nazionali ancora necessari per prendere questa decisione vengano presi rapidamente entro i prossimi giorni», conclude la dichiarazione congiunta.  Ora potrebbe toccare alla Svezia di prendere la decisione di entrare nella Nato. 

 

Secondo il quotidiano svedese "Expressen", che cita fonti anonime, il governo svedese ha convocato una riunione straordinaria per lunedì prossimo per prendere una decisione formale sulla domanda di adesione alla Nato. Immediatamente dopo l'incontro, a meno di imprevisti, verrà presentata la domanda.

La replica della Russia 

«Persuadendo la Finlandia» ad aderire all'Alleanza, la Nato «punta a creare un nuovo fronte della minaccia militare alla Russia». Lo afferma il ministero degli Esteri di Mosca, citato dalla Tass. Helsinki dovrebbe rendersi conto delle sue responsabilità e delle conseguenze di un possibile ingresso nella Nato: lo afferma il ministero degli Esteri russo, secondo quanto riporta la Tass.

 

E ancora. La Russia sarà «costretta a intraprendere azioni di ritorsione di tipo militare» in risposta all'ingresso della Finlandia nella Nato. È quanto si legge in una nota diffusa dal ministero degli Esteri russo. «L'adesione della Finlandia alla Nato rappresenta un cambiamento radicale nella politica estera del Paese», si legge nella nota. «La Russia sarà costretta ad adottare misure di ritorsione, sia di tipo tecnico-militare sia di altra natura, al fine di fermare l'insorgere di minacce alla sua sicurezza nazionale», prosegue il testo.

Ultimo aggiornamento: 16:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA