Muore a 127 anni l'eritreo Natabay: la famiglia spera entri nel Guinness

Venerdì 1 Ottobre 2021
La famiglia di Natabay Tinsiew, l'eritreo morto a 127 anni lunedì scorso, spera possa rientrare nel Guinness dei primati

Morto all'età di 127 anni, l'eritreo Natabay Tinsiew merita un posto nel Guinness dei primati mondiali come persona vissuta più a lungo. E' la proposta avanzata dalla sua famiglia che spera si guadagni il titolo. L'uomo è morto lunedì scorso nel suo villaggio, Azefa (Eritrea),di circa 300 abitanti e circondato da montagne.

 

 

 

Leggi anche - Bimbo di 2 anni ucciso a coltellate. Fermata una donna: ha messo il corpicino sul nastro della cassa di un supermercato

 

Il primato, ora, è occupato dalla francese Jeanne Calment, morta nel 1997 a 122 anni.

«Pazienza, generosità e una vita gioiosa» sono stati i segreti del defunto, come ha detto suo nipote Zere Natabay alla Bbc. Suo nipote ha detto che i registri della chiesa e il suo certificato di nascita mostrano l'anno di nascita, 1894, in cui fu battezzato, anche se la sua famiglia credeva che fosse nato nel 1884 e battezzato solo dieci anni dopo, quando nel loro villaggio arrivò un sacerdote. Padre Mentay, un prete cattolico che ha prestato servizio nel villaggio per sette anni, ha confermato che i documenti indicano la nascita di Natabay nel 1894, aggiungendo di aver partecipato alla festa del suo 120esimo compleanno nel 2014.

Il nipote ha detto alla Bbc di aver già contattato il Guinness dei primati per la convalida dei documenti della nascita e di attendere notizie. Natabay si è sposato nel 1934 e sua moglie è morta nel 2019, all'età di 99 anni. E' stato un pastore proprietario di molti capi di bestiame e ha visto crescere cinque generazioni della sua famiglia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA