Melania Trump condanna (dopo 4 giorni) le violenze di Capitol Hill e dice addio al ruolo di First lady

Lunedì 11 Gennaio 2021 di Stefania Cigarini
Melania Trump condanna (dopo 4 giorni) le violenze di Capitol Hill e dice addio al ruolo di First lady

Meglio tardi che mai: a quattro giorni dall'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti (7 gennaio 2021) anche Melania Trump si dissocia dalle violenze che sono costate la vita a sei persone. FLOTUS, acronimo social di First Lady Of The United States (of America), ha pubblicato oggi (11 gennaio 2021) una dichiarazione sul sito ufficiale della Casa Bianca - intitolato "Un cammino comune per il futuro" - dove scrive, prendendola un po' alla larga: «Non ho dubbi, condanno in maniera ferma le violenze avvenute nel nostro Campidoglio. La violenza non è mai accettabile».

 

E' la prima - e non fulminea - reazione della First Lady ad eventi che non hanno precedenti nella storia recente degli Stati Uniti, ma c'è da capirla, mezzo mondo incolpa suo marito - il presidente Donald Trump - di averli in maniera diretta o indiretta evocati; l'altro mezzo mondo è certo di aver risposto ad una sua chiamata.

 

 

Cosa è successo

 

Insomma, prima di condannare, la bella Melania scrive di emergenza Covid, richiama agli alti ideali della democrazia americana e alla resilienza dei suoi cittadini, si appella alla pacificazione. Poi fa le sue condoglianze alle famiglie dei morti - quattro partecipanti alla manifestazione pro-Trump (Ashli Babbitt, Benjamin Philips, Kevin Greeson, Roseanne Boyland) e due poliziotti (Brian Sicknick, Howard Liebengoode). Quindi si lamenta degli attacchi personali ricevuti ("battute salaci" sic): tra gli altri che lei, durante l'attacco, fosse ad uno shooting fotografico e che il marito con i figli di primo letto partecipassero ad un piccolo party. 

Infine il "ciaone", un commiato che sa davvero di addio - forse non a Donald, come tambureggiano i rumors, ma certo alla sua esperienza da first lady - prima che arrivi un impeachment presidenziale magari, precisando però come questo compito sia stato un "onore" e ringraziando chi ha sostenuto lei e il marito - che ancora non vuole mollare la presa - durante questi quattro anni di comando.

Ultimo aggiornamento: 19:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA