Mauritius, pilota italiano evita scontro in volo tra due aerei di linea: salvi 900 passeggeri

Giovedì 20 Luglio 2017

Ha evitato una vera e propria strage, che poteva costare la vita quasi 900 persone. L'eroe del giorno, celebrato su molti media internazionali, si chiama Roberto Vallicelli ed è un pilota italiano dell'Air Seychelles che grazie alle sua abilità ha scongiurato una collisione in volo tra un Airbus A380, il più grande jet privato del mondo, e un A330. L'episodio risale a venerdì scorso all'aeroporto delle Mauritius. Il colosso dei cieli della Emirates, decollato da Dubai con 615 persone a bordo, aveva iniziato la sua discesa ma l'equipaggio ha dichiarato erroneamente che la loro altitudine era di 36.000 piedi, 2.000 in meno di quella effettiva. Un errore che non è stato riconosciuto dal controllo del traffico aereo.

Contemporaneamente l'A330 della Air Seychelles, con 277 passeggeri a bordo, è decollato verso l'isola di Mahe impostando l'altitudine a i 38.000 piedi, la stessa dell'A380. Una volta che è stato evidente che il volo Emirates era troppo alto, il sistema automatico di allarme ha iniziato a segnalare il pericolo di collisione. A questo punto i due equipaggi si vedevano uno con l'altro e Vallicelli è riuscito ad effettuare una decisa virata a destra, evitando lo scontro in volo. Alla fine i due jet sono passati alla medesima quota e ad una distanza di soli 14 km.

Ultimo aggiornamento: 11:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA