Mascherine in aereo, stop all'obbligo dal 16 maggio. «Ma chi tossisce o starnutisce deve indossarla»

Mercoledì 11 Maggio 2022
Mascherine in aereo, in Ue stop dal 16 maggio: le nuove linee guida Ecdc

Niente più obbligo di mascherina sui voli nell'Unione Europea. Lo stop è previsto dalle nuove linee guida sulla sicurezza dei viaggi pubblicate dall'Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) e dall'Aesa (Agenzia europea per la sicurezza aerea). La mascherina resta comunque fortemente raccomandata per chi tossisce o starnutisce e, si legge nelle linee guida, «resta una delle difese migliori contro la trasmissione di Covid-19». 

 

La revisione del protocollo congiunto Easa-Ecdc tiene conto degli ultimi sviluppi della pandemia, in particolare dei livelli di vaccinazione anti-Covid e dell'immunità acquisita naturalmente, e della conseguente revoca delle restrizioni in un numero crescente di Paesi europei. Oltre alle nuove disposizioni relative alle mascherine, è previsto anche un allentamento delle misure più rigorose relative alle operazioni aeree.

 

Mascherine in volo, quando si dovranno indossare

Anche dopo il 16 maggio, comunque, le regole sulla mascherina dipenderanno per alcuni aspetti dalla compagnia aerea con la quale si viaggia. In particolare, «i voli da o verso una destinazione in cui è ancora richiesto l'uso della mascherina sui mezzi di trasporto pubblico - puntualizzano Easa ed Ecdc in una nota - dovrebbero continuare a incoraggiare l'impiego del dispositivo, secondo le raccomandazioni». Quanto ai passeggeri vulnerabili, «dovrebbero continuare a indossare una mascherina indipendentemente dalle regole, idealmente di tipo Ffp2/N95/Kn95, che offre un livello di protezione superiore rispetto a una mascherina chirurgica standard».

Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 12:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA