Mamma avvelena il figlio di 11 anni con degli psicofarmaci e poi nasconde il cadavere: «È stato un incidente»

Venerdì 29 Maggio 2020 di Alessia Strinati
Avvelena il figlio e fa sparire il corpo.  Alexandra Dougokensk di Planalto, nello stato del Rio Grande do Sul, in Brasile,  ha avvelenato il figlio di 11 anni, Rafael Mateus Winques e dopo averlo ucciso ha fatto sparire il corpo e ne ha denunciato la scomparsa alla polizia.

Leggi anche > Nasconde il corpo della nonna morta nel congelatore per 15 anni per incassare la pensione: la macabra scoperta



Subito dopo la denuncia sono scattate le indagini, gli agenti hanno setacciato tutta la zona, ma dopo 10 giorni i primi sospetti sono ricaduti sulla madre. La donna, interrogata dalla polizia, ha confessato di aver avvelenato con dei farmaci il bambino, ma ha poi provato a giustificarsi dicendo loro che si era trattato di una fatalità. Alexandra aveva detto di essere andata in camera del figlio e di non averlo trovato, notando poi che la porta di casa era socchiusa. Tutto faceva pensare a un rapimento, ma quando il cadavere del bambino è stato trovato le indagini hanno preso un'altra piega.

Dopo l'interrogatorio la donna ha ammesso di aver dato degli psicofarmaci al figlio, una dose così massiccia da ucciderlo. Notando che il bambino non le rispondeva più ha avvolto il corpo in un lenzuolo e presa dalla paura lo ha sepolto. © RIPRODUZIONE RISERVATA