La Brexit si avvicina, allarme migranti: «Barconi nella Manica, bambini rischiano la vita»

Mercoledì 12 Agosto 2020
La Brexit si avvicina, allarme migranti: «Barconi nella Manica, bambini rischiano la vita»
I piani del governo britannico di interrompere le rotte legali e di conseguenza di non consentire ai minori richiedenti asilo di ricongiungersi ai loro parenti, potrebbe portare una crescita del numero di bambini che cercherà di attraversare la Manica per raggiungere i propri cari nel Regno Unito. L'allarme viene da un ente di beneficenza, Safe Passage International, che sottolinea come sempre più bambini cadono nelle mani di bande di contrabbandieri per raggiungere il Paese a bordo di piccole imbarcazioni, rischiando la vita.

Leggi anche > L'Inghilterra alle prese con le notti tropicali: «Col caldo saranno sempre di più»

Mancano solo cinque mesi alla fine del periodo di transizione della Brexit e di conseguenza alla fine dei ricongiungimenti familiari attualmente consentiti ai sensi dell'accordo di Dublino. La Safe Passage International, che aiuta i minori non accompagnati a trasferirsi legalmente dall'Europa al Regno Unito, è preoccupata che in tanti perdano fiducia nel sistema e possano cercare di attraversare la Manica illegalmente, scrive il quotidiano britannico Independent

Jennine Walker, responsabile legale del Regno Unito presso Safe Passage International, ha dichiarato:
«Il governo afferma di voler ridurre il numero di persone che attraversano la Manica, ma se i bambini e le famiglie separate non possono accedere al ricongiungimento familiare, non avranno altra scelta che rischiare le loro vite. A meno che il governo non accetti una sostituzione del ricongiungimento familiare che sia almeno efficace come l'accordo di Dublino, i trafficanti e le bande di trafficanti vivranno una bella giornata al termine del periodo di transizione». «È pericoloso e illogico aspettarsi che un bambino dorma male a Calais quando ha un genitore, un fratello, una zia o uno zio qui nel Regno Unito. Sappiamo di diversi bambini che sono morti nel tentativo di raggiungere le loro famiglie qui negli ultimi anni». © RIPRODUZIONE RISERVATA