Infermiera positiva al Covid, stava vaccinando gli ospiti di una casa di riposo: in isolamento 70 persone

Infermiera positiva al Covid 24 ore dopo aver fatto il vaccino: in isolamento 70 persone
Infermiera positiva al Covid 24 ore dopo aver fatto il vaccino: in isolamento 70 persone
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Dicembre 2020, 19:20 - Ultimo aggiornamento: 21:37

Infermiera positiva al coronavirus un giorno dopo aver ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer: accade in Spagna, dove un'infermiera che faceva parte del team impegnato da domenica nella somministrazione del vaccino nella casa di riposo 'Balafia I' a Lleida è risultata positiva al Covid e le altre quattro persone che lavoravano con lei sono state messe in isolamento, così come i 66 ospiti della struttura.

Leggi anche > L'immunologa Viola: «Il vaccino non risolverà niente prima della fine del 2021»

La notizia è stata riportata dal quotidiano iberico El Pais: alla donna non era stato comunque fatto il tampone prima di iniziare la somministrazione del vaccino, dunque avrebbe potuto essere già positiva nel momento in cui le è stata somministrata la prima dose. Il vaccino, hanno spiegato gli esperti già nelle scorse settimane, garantisce la protezione a partire da alcuni giorni dopo la somministrazione, e l’immunità completa arriva dopo la seconda dose, che viene iniettata tre settimane dopo la prima.

EDIT ORE 20.15

Correzione doverosa: L'infermiera risultata positiva al Covid non si era sottoposta lei stessa a vaccino, ma faceva solo parte del team che stava somministrando il vaccino stesso agli ospiti della casa di riposo. Per via di un iniziale errore di traduzione dell'articolo originale del quotidiano El Pais, sembrava inizialmente che anche la stessa infermiera avesse fatto il vaccino, ma da una ulteriore verifica più approfondita e una migliore traduzione con un madrelingua emerge invece che non era così. Le autorità locali assicurano, scrive il quotidiano spagnolo, che sono stati rispettati tutti i protocolli di sicurezza. Ci scusiamo con i lettori per l'imprecisione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA