Festa natalizia del Governo in pieno lockdown, Boris Johnson costretto a scusarsi

Il caso, emerso grazie a un video, ha coinvolto alcuni stretti collaboratori del premier britannico

Festa natalizia del Governo in pieno lockdown, Boris Johnson costretto a scusarsi
Festa natalizia del Governo in pieno lockdown, Boris Johnson costretto a scusarsi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Dicembre 2021, 14:26 - Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 15:47

Boris Johnson e il suo Governo nella bufera per una festa natalizia organizzata in pieno lockdown a Downing Street. Sta facendo molto discutere un video risalente a un anno fa, quando tutte le riunioni erano vietate.

Leggi anche > Germania: Olaf Scholz nuovo cancelliere, dopo 16 anni finisce l'era di Angela Merkel

Nel filmato si vedono alcuni stretti collaboratori di Boris Johnson, tra cui l'allora addetta stampa, Allegra Stratton e il consigliere Ed Olfield, che scherzano su «una festa immaginaria» durante una conferenza stampa di prova il 22 dicembre, senza la presenza dei media. Interrogata dai colleghi Stratton dice: «Questa festa immaginaria era un incontro di lavoro e non era socialmente distanziato». Downing Street continua a insistere sul fatto che non ci sia stata alcuna festa. Ma una fonte in precedenza aveva confermato alla Bbc che il 18 dicembre si era svolto un party, alla presenza di «diverse dozzine» di persone, ma non il primo ministro.

Dal canto suo, Boris Johnson non ha negato che ci siano stati festeggiamenti fra numerosi funzionari a Downing Street, ha insistito tuttavia nell'affermare che erano state rispettate le linee guida allora in vigore. Poi, incalzato dalla pressione dei deputati, il premier britannico in Parlamento ha chiesto scusa per l'atteggiamento del suo staff: «Posso capire la rabbia suscitata da certe battute. Per questo chiedo scusa senza riserve, ma vi posso assicurare che non c'è stata alcuna festa e che le regole Covid sono state rispettate. Ho comunque avviato un'indagine interna per ricostruire con precisione quanto accaduto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA