Vacanze a rischio. «Croazia nella lista gialla». La Slovenia valuta l'obbligo di quarantena per chi passa i confini

Domenica 5 Luglio 2020
«Croazia nella lista gialla»: la Slovenia valuta l'obbligo di quarantena per chi passa i confini
LUBIANA  - Vacanze a rischio nelle località di mare della Croazia, per le quali, dopo la fine del lockdown, si era registrata una pioggia di prenotazioni. Da ieri, infatti, la Slovenia ha posto la Croazia, assieme a Francia e Repubblica Ceca, nella lista gialla dei Paesi a rischio covid, con un obbligo di quarantena di 14 giorni per chi proviene da questi Stati.

In alternativa si può presentare l'esame covid negativo non più vecchio di 36 ore. Prescrizione che, per il momento, non vale per chi, uscendo dalla Croazia, ha solo la necessità di attraversarla. Può farlo, ma entro 12 ore dall'ingresso in Slovenia.

«Oggi si può sia entrare che uscire dal Paese - ha spiegato l'ambasciata italiana - ma domani non si sa, la situazione è in continua evoluzione». Il consiglio è sempre quello di controllare il sito "Viaggiare sicuri" della Farnesina. Il governo di Lubiana, infatti, non ha escluso che se ci dovesse essere una recrudescenza di casi di coronavirus in Croazia potrebbe considerare la chiusura di quel confine.
  Ultimo aggiornamento: 14:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA