In Europa il Covid non si ferma: 261 morti in un giorno in Spagna, impennata di contagi in Gran Bretagna e Francia

Martedì 6 Ottobre 2020 di Simone Pierini
In Europa il Covid non si ferma: 261 morti in un giorno in Spagna, impennata di contagi in Gran Bretagna e Francia

Il Covid non frena la sua avanzata in Europa che si trova in piena seconda ondata. Mentre l'Italia - seppur con il contagio in crescita - oscilla tra i duemila e i tremila casi giornalieri (oggi 2677) a seconda del numero di tamponi, nel resto del vecchio continente la situazione è di emergenza totale. In Spagna oggi sono state registrati oltre duecento decessi, in Gran Bretagna si è assistito a una nuova impennata di casi, in Francia preoccupano le terapie intensive. E anche Belgio e Olanda non se la passano bene. Anche per questo motivo il nostro Paese alza la barriera anti Covid al confine. Chi arriva in Italia da Gran Bretagna, Olanda e Belgio dovrà sottoporsi al tampone obbligatorio. La misura, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere contenuta nel nuovo dpcm che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovrebbe firmare domani. Ad oggi l'obbligo del test molecolare o antigenico con il tampone è previsto per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, oltre che da Parigi e altre sette regioni della Francia.

Leggi anche > Covid, l'Oms ottimista: «C'è speranza per il vaccino entro la fine di quest'anno»​
 

 

BOOM DI MORTI IN SPAGNA
In Spagna sono 11.998 i nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. I decessi sono 261. Lo riporta El Pais citando il ministero della Sanità. I contagi totali dall'inizio della pandemia salgono così a 825.410 e i morti a 32.486. Quasi la metà dei nuovi contagiati, 5.187, si trovano nella Comunità di Madrid. 

NUOVA IMPENNATA IN GRAN BRETAGNA
Nuova impennata di contagi nel Regno Unito. I nuovo casi di coronavirus registrati oggi sono 14.542, quasi 2mila in più di ieri, dove era stato stabilito un nuovo record, senza contare i dati del fine settimana ai quali si erano aggiunti casi dei giorni precedenti, non registrati a causa di un errore tecnico. I nuovi decessi sono stati 76, il numero più alto degli ultimi tre mesi. 

FRANCIA SOPRA I 10MILA CASI
Sono stati 10.489 i nuovi positivi in Francia nelle ultime 24 ore, mentre sono stati 66 i decessi da ieri, 62 negli ospedali e 4 nei reparti di rianimazione. Lo rende noto Santé Publique. A preoccupare è soprattutto il numero dei letti in rianimazione occupato da malati Covid, ormai a quota 1.426 (11 in più del totale di ieri). A Parigi in particolare, la quota di pazienti Covid in rianimazione ha superato il 40%. 

BELGIO RAFFORZA MISURE RESTRITTIVE
Il Belgio ha rafforzato le misure restrittive, dopo la nuova impennata di contagi. In base alle nuove regole annunciate oggi dal premier Alexander De Croo, da venerdì si potranno avere solamente tre contatti al mese con persone al di fuori del proprio nucleo familiare, nei bar e nei ristoranti non saranno consentiti tavoli con più di quattro persone e questo tipo di esercizi dovranno chiudere alle 23. Le misure resteranno in vigore per un mese. Inoltre, il premier ha raccomandato di utilizzare il più possibile lo smartworking. «La situazione del coronavirus nel Paese è grave e preoccupante. La diffusione del virus sta accelerando. Dobbiamo fermarla», ha scritto De Croo su Twitter. In Belgio sono stati registrati una media di 2.300 nuovi contagi al giorno negli ultimi sette giorni, con un aumento del 48 per cento rispetto alla settimana precedente.

Ultimo aggiornamento: 21:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA