Coronavirus, otto escot risultate positive preoccupano le autorità sanitarie: «I clienti non vogliono farsi avanti»

Domenica 16 Agosto 2020
Coronavirus, otto prostitute risultate positive preoccupano le autorità sanitarie: «I clienti non vogliono farsi avanti»

Il focolaio da coronavirus in una struttura a luci rosse nella località turistica spagnola di lcázar de San Juan ha messo in allarme le autorità sanitarie. Otto prostitute sono risultate positive al Covid-19, ma è quasi impossibile riuscire a risalire a tutti i clienti e ai contatti. Per il momento nessuno ha risposto all'appello di farsi avanti probabilmente perché si temono ripercussioni all'interno delle rispettive famiglie. 

Leggi anche > Coronavirus, il governo chiude le discoteche in tutta Italia da domani. Movida, obbligo mascherina dalle 18 alle 6

Nonostante la riluttanza dei clienti a farsi avanti, le autorità sanitarie indagano ed esortano chiunque si senta a rischio a rivolgersi a loro con urgenza, come riporta il Daily Mirror. Finora sono stati individuati quattro contatti, ai quali è stato chiesto di mettersi in isolamento fiduciario.

La gente del posto è convinta che i clienti siano molti di più perché 'il club delle hostess' è frequentatissimo.
Alcázar de San Juan è una cittadina di 30mila abitanti, si trova nella provincia di Ciudad Real e attrae turisti internazionali per la sua storia, la natura e le attività di intrattenimento, molto spesso segrete.

© RIPRODUZIONE RISERVATA